Ganesha, Ganapati è il dio dalla testa di elefante, il figlio della dea Parvati e Shiva. Le sue storie vengono narrate in numerosi scritti (Purana). Questa divinità, in India molto venerata, è il simbolo del successo, della sapienza e della memoria. La sua statua si trova in moltissimi luoghi, nella maggior parte dei negozio viene adorato, cercando di propiziarsi i suoi favori. Inoltre è il protettore dei viaggiatori, dei villaggi, dei studenti, ed è sempre colui a cui ci si rivolge quando si intraprende un nuovo progetto. Nessun hindù inizierebbe un viaggio senza volgergli delle preghiere e fargli delle varie offerte. E’ sempre colui a cui venne dettato il grande Mahabharata dal saggio Rishi Vyasadeva , che contiene anche la Bhagavad Gita, sacra scrittura dell’India.

Prendendo la posione in piedi, spostare il peso del corpo sul piede sinistro, radicando bene il piede con le dita aperte un po’ a ventaglio percependo tutti i punti d’appoggio, specialmente i 4 punti: sotto l’alluce, sotto il mignolo, l’interno e l’esterno del tallone. Inspirando sollevate le braccia ed espirando portatele dietro la schiena incrociandole e se possibile prendendo i gomiti con le mani. Una profonda inspirazione vi allunga al cielo, poi espirando e attivando i muscoli dell’addome il busto si flette in avanti, mentre la gamba destra si solleva contemporaneamente. Tutto il corpo dovrebbe formare una linea diritta dalla testa al piede (idealmente parallela al suolo, se possibile). Ma non preoccupatevi se inizialmente non riuscite a portarlo parallelo al suolo, mettete comunque l’attenzione a creare questa linea diritta, nella consapevolezza che le posizioni offrono i loro benefici anche se eseguite in modo parziale. La posizione viene ripetuta con le stesse modalità e tempi sull’altro lato, prendendovi cura di invertire l’incrocio delle braccia.

Il Chakra attivato o stimolato è Muladhara, oltre questo abbiamo anche una forte azione sul Chakra del cuore Anahata.

Dona forza Aumenta l’equilibrio psicofisico. Apre le spalle e il petto, potenziando la capacità respiratoria. Tonifica i muscoli delle gambe e dei glutei, aiutando a scioglierne gli adiposi. Irrobustisce la schiena. Rafforza la memoria, la concentrazione e l’equilibrio.

A livello delle myofascie muscolari rafforza il Core Sutra centrale (specialmente se tirate l’alluce verso il corpo), il Purva Sutra anteriore e il Pascima Sutra posteriore, come anche i due Parsva Sutras laterali responsabili per l’equilibrio.

Io la chiamo la posizione dello studente, visto che giova a chi ha la memoria fragile e difficoltà di apprendimento.

#yoga #yogaratna #ganapati #yogaalways #equilibrio #elefante #memoria #concentrazione #capacitàdiapprendimento #forza #yogaismagic #centroyogabhaktishakti #myofasciemuscolari #divinità #yogaconsabine